RICHIESTA DI DICHIARAZIONE DELLO STATO DI CALAMITÀ PER LA PROVINCIA DI RAGUSA

scicli

I danni causati dal crollo delle temperature, nell’ultima settimana in particolare, stanno contribuendo a infliggere il colpo di grazia a numerose aziende agricole e zootecniche del ragusano, già martoriate da anni di crisi dei settori. E’ importante che l’assessore regionale all’Agricoltura Cracolici si attivi tempestivamente per la dichiarazione dello stato di calamità per tutto il territorio della provincia di Ragusa: è questa la richiesta che gli rivolgo, sospendendo per queste aziende il pagamento dei tributi regionali.
Le gelate hanno coinvolto le campagne che vanno da Ispica a Vittoria, passando per le zone montane di Giarratana e Monterosso Almo, e sono centinaia le imprese agricole e zootecniche che hanno subito danni, non solo nella produzione dell’ortofrutta. Anche i pascoli sono rimasti danneggiati e ciò non potrà che avere ricadute assai negative nel settore zootecnico.
Alla luce di una situazione così grave, la richiesta che rivolgo all’assessore Cracolici, sempre sensibile a questi temi, punta più che altro sulla tempestività dato che i caratteri della calamità naturale sono già acclarati.
Palermo, 10 gennaio 2017

On. Nello Dipasquale
Parlamentare regionale PD

A MODICA NESSUN TAGLIO CON LA NUOVA RETE OSPEDALIERA SICILIANA

modica
“Dalla presentazione della nuova rete ospedaliera siciliana non sembra che la provincia di Ragusa sia in qualche modo penalizzata,” afferma l’on. Nello Dipasquale. ” In particolare, per quanto riguarda l’Ospedale Maggiore di Modica, l’assessore Gucciardi, che ho incontrato nel pomeriggio, assicura che nessun reparto sarà toccato.

Al momento, tutte le valutazioni che sono emerse nascono da notizie di stampa che, però, non hanno alcun fondamento reale.

La nuova rete ospedaliera metterà in condizioni le ASP di mettersi in regola su tutto ciò che era carente, per fare un esempio mi riferisco ai concorsi per le figure essenziali come infermieri e anestesisti. Ci aspettavamo che sarebbero sorte delle polemiche, solo che sono nate esclusivamente da notizie giornalistiche. Manca ancora un’analisi dettagliata del piano in sé. Bisogna comprendere, però, che la nuova rete ospedaliera non nasce dalle indicazioni dei singoli parlamentari regionali o dello stesso assessore, ma scaturisce da normative nazionali cui siamo chiamati ad adeguarci.

Ribadisco che l’assessore Gucciardi mi ha garantito che per quel che concerne l’ospedale di Modica, per il quale la nuova rete non prevede nulla di diverso dal piano approvato in estate, non sono previsti tagli ai reparti. Il ruolo della politica rimane quello di vigilare che sia così.”

Palermo, 10 gennaio 2017

On. Nello Dipasquale
Parlamentare regionale PD

RAGUSA, METROPOLITANA DI SUPERFICIE NELLA GRADUATORIA DELLE OPERE FINANZIABILI

metro

“Con decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 4 dello scorso 5 gennaio, sono stati inseriti nel programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie i progetti presentati dai comuni capoluogo di provincia e dalla città metropolitane per essere finanziate. Tra questi c’è anche la metropolitana di superficie di Ragusa”. Ne dà notizia il parlamentare regionale del Partito Democratico, on. Nello Dipasquale, che spiega: “Il Comune di Ragusa aveva presentato un progetto per 18 milioni di euro e, con un precedente comunicato, avevamo già preannunciato che sarebbe stato tra quelli finanziabili. Con la pubblicazione della graduatoria nella Gazzetta Ufficiale è arrivata la conferma”.

“I progetti ammessi a finanziamento sono 120 – aggiunge Dipasquale – con una priorità di punteggio che va dai 95 punti per il piano di intervento nella Città Metropolitana di Bari fino ai 25 per il programma del Comune di Urbino. Quello della città di Ragusa si trova al 108° posto con 35 punti. Quelli dal primo al 24esimo saranno finanziati con uno stanziamento complessivo di 500milioni di euro, mentre gli altri accederanno a un’apposita dotazione della Finanziaria dello Stato”.

“Fino a questo momento è stato portato a compimento tutto quanto era necessario per entrare nella graduatoria, compreso il Piano regionale di Mobilità – conclude l’on. Dipasquale che dall’inizio sta seguendo questo iter – e ora servirà, al più presto, far diventare il progetto esecutivo. La nostra attenzione sul futuro di quest’opera rimane  alta perché è un’occasione che Ragusa non può perdere”.

Palermo, 9 gennaio 2017

On. Nello Dipasquale
Parlamentare regionale

IMPIANTO RIFIUTI A SCICLI: POSSIBILE RICORSO AL CGA AVVERSO LA SENTENZA DEL TAR

scicli

Già da qualche giorno siamo a conoscenza della sentenza del TAR che annulla i decreti di revoca dell’autorizzazione emessi dall’assessorato regionale al Territorio e Ambiente alla Acif per l’ampliamento del sito di trattamento e recupero di rifiuti pericolosi e non in contrada Cuturi, a Scicli.
Fermo restando il rispetto per l’operato della magistratura amministrativa, rimaniamo delle nostre convinzioni: questo percorso autorizzativo, che contiene tutta una serie di lacune, meritava la richiesta di revoca da me già avanzata da tempo e accolta dalla Regione Siciliana.
Appresa la notizia della decisione del TAR, ho già avuto la possibilità di confrontarmi sull’argomento con l’assessore regionale al Territorio e Ambiente, Maurizio Croce. Lunedì scorso, intanto, in Assessorato, è stata avviata una verifica da parte dei responsabili dell’ufficio competente valutare le possibili azioni a disposizione della Regione.
Il ricorso al Consiglio di Giustizia Amministrativa, al momento, sembra la strada immediatamente percorribile.
Su questa materia, lo assicuro, l’attenzione è alta e non si lascerà nulla di intentato.

Ragusa, 5 gennaio 2017

On. Nello Dipasquale
Parlamentare regionale PD

DAVIDE FARAONE NOMINATO SOTTOSEGRETARIO ALLA SALUTE

faraone

Sono lieto per la nomina dell’on. Davide Faraone quale Sottosegretario al Ministero alla Salute. Esprimo soddisfazione e compiacimento perché la conferma di Faraone nei quadri di Governo nazionale garantisce la prosecuzione di un lavoro avviato e avanzato per la provincia di Ragusa, come l’impegno per il prolungamento dell’autostrada Siracusa-Gela, con il finanziamento del nuovo tratto fino a Scicli, il finanziamento della Ragusa Catania, la metropolitana di superficie nel comune capoluogo. Tutte questioni che Faraone, naturalmente di concerto con il ministro Graziano Delrio, stava seguendo rassicurandoci su quanto c’è ancora da fare e la sua nomina, anche se a un dicastero diverso, ci tranquillizza sul fatto che avremo un occhio attento su tutto.

Palermo, 29 dicembre 2016

On. Nello Dipasquale
Parlamentare regionale PD

PROROGATI I CONTRATTI LSU IN SANITÀ. SI RISCHIAVA IL LICENZIAMENTO

sanita

Il Servizio Personale del Dipartimento per la Pianificazione Strategica dell’Assessorato Regionale alla Sanità ha emanato, oggi, con una direttiva rivolta ai Direttori delle ASP siciliane, le disposizioni operative di dettaglio per l’avvio delle procedure di stabilizzazione del personale LSU e di pubblica utilità utilizzati nel settore sanitario. Questo per applicare il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del 6 marzo 2015, che disciplina le procedure concorsuali riservate per l’assunzione di personale precario del comparto sanità.
Con le disposizioni si concede una proroga di due anni ai contrattisti ex LSU e quindi al personale precario delle Aziende Sanitarie Locali per consentire l’espletamento delle procedure necessarie al raggiungimento della stabilizzazione per il personale precario.
I lavoratori precari del settore pubblico della Sanità, finalmente, possono cominciare a vedere l’avvicinarsi della parola ‘fine’ per una condizione di instabilità e insicurezza lavorativa che da anni veniva portata all’attenzione dei Governi e che non si riusciva a risolvere.

Palermo 16 Dicembre 2016
On.Nello Dipasquale

Parlamentare regionale PD

sanita-2 sanita-3 sanita-4 sanita-6

5 MILIONI PER IL LIBERO CONSORZIO DI RAGUSA; 930 MILA PER ISPICA: FIRMATI I DECRETI

5

E’ stato firmato alle 17.30 di questo pomeriggio, dall’Assessore alle Autonomie Locali Luisa Lanteri, il decreto di ripartizione delle risorse previste nell’assestamento di bilancio. Oltre 5milioni e 200mila euro andranno al Libero Consorzio di Ragusa scongiurando per l’ex Provincia il pericolo del dissesto che si prefigurava.
L’atto mette in sicurezza le rate dei mutui e gli emolumenti per i dipendenti dell’Ente di viale del Fante. Certo, il Libero Consorzio dei Comuni di Ragusa si trovava in una condizione migliore rispetto ad altre realtà, se si considera che il Libero Consorzio di Siracusa, i cui lavoratori non ricevevano lo stipendio da oltre sette mesi, invece, riceverà 15milioni di euro.
Il pericolo per la provincia iblea, dunque, è stato definitivamente scongiurato e non si può che esprime grande soddisfazione per un lavoro iniziato in Commissione Bilancio e finalmente arrivato a termine.
Nello stesso pomeriggio, inoltre, è stato firmato anche il decreto che trasferisce alla città di Ispica 930mila euro per i dipendenti in esubero.
Solo pochi minuti fa, alle 18.30, l’assessore all’Economia Alessandro Baccei, invece, ha controfirmato i provvedimenti che sono quindi esecutivi.

Palermo, 14 dicembre 2016

On, Nello Dipasquale
Vice presidente Commissione Bilancio ARS

1

2

3

4

L’ARS APPROVA LA SOSPENSIONE DELLE CARTELLE DEI CONSORZI DI BONIFICA E 300MILA EURO PER IL CORFILAC

Sala D'Ercole

Approvato dall’Assemblea Regionale Siciliana un emendamento alla manovra di assestamento di Bilancio con il quale vengono sospesi i ruoli emessi dai Consorzi di Bonifica per gli anni 2014 e 2015, fino al 30 aprile 2017.
A darne notizia, congiuntamente, gli on.li Giuseppe Digiacomo e Nello Dipasquale, parlamentari regionali del Partito Democratico.
“Si tratta dell’emendamento all’art. 12 dell’assestamento – spiegano Dipasquale e Digiacomo– emendamento che già in Commissione Bilancio era stato oggetto di battaglia da parte nostra. Più volte, nel corso delle sedute della Commissione II, prima del voto, c’è stato un confronto con il Governo, anche acceso, sulla sospensione dei ruoli e, alla fine, si è proceduto con un emendamento presentato insieme ad altri parlamentari. In seguito è stato necessario presentarne una serie, con le dovute coperture finanziarie, in grado di consentire il funzionamento del primo. Alla fine il Governo si è convinto della bontà della nostra azione e ha fatto proprio il testo, inserendolo nell’assestamento, presentandolo all’Aula che lo ha approvato”.
“Questa norma – spiegano ancora i due parlamentari – mette gli agricoltori e gli allevatori siciliani nelle condizioni di vedere sospese le cartelle a loro carico e che creavano non poche difficoltà alle loro aziende. Insieme alle ulteriori determinazioni che verranno assunte dall’Assessorato all’Agricoltura, si permetterà quindi agli enti di bonifica siciliani di sospendere in quota parte la riscossione dei ruoli emessi per gli anni 2014 e 2015. Inoltre – concludono – si afferma un importante principio: il peso delle criticità finanziarie dei Consorzi non può gravare totalmente sulla proprietà privata consorziata, e cioè agricoltori e allevatori”.

Nella seduta odierna dell’Ars, inoltre, nell’ambito della manovra di assestamento di Bilancio, sono state approvate le risorse per il Corfilac di Ragusa, per un totale di 300mila euro.

Palermo, 1 dicembre 2016

on. Nello Dipasquale
Parlamentare regionale PD

UN MILIONE E MEZZO PER L’AEROPORTO DI COMISO

emend

“E’ stato approvato dall’Assemblea Regionale Siciliana, all’art. 16 dell’assestamento di Bilancio, un emendamento che destina delle somme ai piccoli aeroporti dell’Isola, specificatamente quello di Trapani e quello di Comiso”. Lo annunciano congiuntamente i parlamentari regionali del Partito Democratico, Nello Dipasquale e Giuseppe Digiacomo.
“Il provvedimento approvato dall’Assemblea – spiegano – è quello che il 25 novembre scorso era stato precedentemente approvato, e annunciato, in Commissione Bilancio e fa seguito, dunque, al lavoro svolto a favore dei due scali. Condiviso anche dai parlamentari della provincia di Ragusa Giorgio Assenza e Vanessa Ferreri, il testo è stato modificato in modo da assegnare somme certe alle due infrastrutture, 4milioni per Birgi e un milione e mezzo per il Pio La Torre”.
“Si supera in questo modo la ripartizione delle somme in base ai passeggeri transitati per i due aeroporti – concludono – permettendo di sapere da subito su quante risorse si potrà contare così da porte programmare coerentemente gli interventi da effettuare”.

Palermo, 30 novembre 2016

On. Nello Dipasquale
Parlamentare regionale PD