Il Commissario Rizza: “Ho la fortuna di gestire uno dei migliori comuni dell’isola”

Comune_Ragusa

Relazione del Commissario straordinario Margherita Rizza al Consiglio comunale del 28 Febbraio 2013:

“Ho  la fortuna di gestire uno dei migliori comuni dell’isola: nessun ricorso all’anticipazione di cassa, procedure di stabilizzazione già definite, problematiche rifiuti sotto controllo.

Eppure assisto quotidianamente ad un inizio di  campagna elettorale basato  su accuse varie ovvero su continue richieste di chiarimenti  e ciò nonostante si sia scelta la via della massima trasparenza come risulta dalla deliberazione C.S.  nr.351 del 17 ottobre 2012 avente ad oggetto “Presa d’atto deliberazione della Corte dei Conti, Sezione di Controllo per la Regione Siciliana nr.237/2012/PRSP del 28 settembre 2012 e relative direttive” poi consacrata nella deliberazione del Consiglio Comunale nr.64 del 15.11.2012.

Come è noto, a fronte di una situazione di dissesto comunale,  le accuse lanciate a destra e a manca ovvero le richieste di chiarimenti avanzate ,  non esimerebbero gli amministratori  da responsabilità laddove la Corte dei Conti  li dovesse ritenere responsabili,   anche in primo grado, di danni da loro prodotti, con dolo o colpa grave, nei cinque anni precedenti il verificarsi del dissesto finanziario.

In realtà, a  parte i casi di Comiso, Milazzo e Cefalù, in atto, nella Regione Siciliana, ci sono 21 comuni sotto esame per  dissesto o predissesto  . L’elenco non comprende comunque Ragusa. Continua a leggere

DIPASQUALE: APPROVATE LE NORME DI SALVAGUARDIA

 

Nello Dipasquale 1
ACCORDO EUROMEDITERRANEO CON IL MAROCCO: IN COMMISSIONE ARS APPROVATA LA MOZIONE PRESENTATA DA DIPASQUALE PER ATTIVARE LE NORME DI SALVAGUARDIA A TUTELA DEL COMPARTO AGRICOLO E ITTICO SICILIANO”.
PALERMO – Il Governo regionale trova l’appoggio della Commissione Agricoltura Ars nelle azioni risolutive che vanno attivate per bloccare i contenuti dell’accordo euromediterraneo con il Marocco. E’ stata infatti approvata in commissione la mozione presentata dall’On.Nello Dipasquale, con la quale, alla luce dell’imperante crisi economica, è possibile far scattare le norme di salvaguardia contenute nell’articolo 7 dell’accordo stesso, siglato nel febbraio 2012 tra l’Unione Europea e il Marocco. Lo scopo è quello di tutelare il settore agroalimentare siciliano dalla “invasione” delle produzioni marocchine di pomodoro, peperoni, zucchine, fragole, arance, ma anche uva da tavola, patate, meloni e angurie grazie all’accordo commerciale che prevede la reciproca liberalizzazione dei prodotti agricoli e ittici. Ad approvare la mozione sono stati, oltre lo stesso Dipasquale, Continua a leggere

CROCETTA: SBLOCCATI 2,4 MLD PER INFRASTRUTTURE

FERROVIE

– Roma, 28 Febbraio –  Crocetta, Barca, Passera e Moretti hanno firmato oggi il contratto istituzionale di sviluppo per la realizzazione della direttiva ferroviaria Messina-Catania-Palermo. Il contratto – firmato dai ministri per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca, e dello Sviluppo economico, Corrado Passera, dal Governatore della Regione siciliana, Rosario Crocetta, e dall’amministratore delegato di Fs Mauro Moretti – interessa cinque macro interventi – per un totale di 14 opere per le quali, a fronte di un costo complessivo di 5,1 miliardi, sono gia’ disponibili 2,4 miliardi.   (da Il Sole 24 Ore Radiocor)

TRE LISTE A SOSTEGNO DI GIOVANNI COSENTINI

 

482797_3925491996287_823272375_n

Tre liste, novanta candidati, due assessori, tre consulenti esterni a titolo gratuito: la candidatura a Sindaco di Ragusa di Giovanni Cosentini si presenta nel suo spessore e nella sua organicità. Nella conferenza stampa del 27 Febbraio nella sede di Territorio, è Nello Dipasquale a illustrare ai giornalisti le linee del progetto politico che si propone alla città: la continuità amministrativa  nel segno delle realizzazioni che hanno rinnovato la città,   imprimendo un dinamismo che ha permesso di recuperare su tanti fronti i ritardi più che decennali accumulati; l’esperienza di Giovanni Cosentini, tanto più necessaria in un candidato Sindaco, quanto più difficili e complesse sono le sfide che oggi un comune è chiamato ad affrontare, fra drastici riduzioni di fondi e necessità di offrire servizi a una popolazione impoverita, vessata dal carico fiscale; il coinvolgimento in giunta di protagonisti della vita economica e sociale della città, che per la loro esperienza sul campo potranno offrire contributi determinanti per una politica di sviluppo che sia adeguata alla situazione reale e attuale. Continua a leggere

POSSIBILITA’ DI CANDIDARSI PER LE AMMINISTRATIVE

Presenteremo a breve le liste dei candidati  al Consiglio Comunale di Ragusa per le prossime amministrative. Se alcuni di voi hanno buone idee per il futuro della città, se ritengono di voler mettere a disposizione del bene comune le proprie competenze, se hanno passione per la politica e voglia di condividere il nostro impegno, possono rivolgersi a noi o tramite un contatto su questo sito, indicando un recapito, o recandosi presso la  segreteria politica di Nello Dipasquale in Viale Europa 97, per manifestare la propria disponibilità.

PARTECIPATO INCONTRO CON NELLO DIPASQUALE A MODICA. CRESCE IL CONSENSO PER LA LISTA DEL MEGAFONO.

Incontro Modica 20-2-13

 

Il sostegno pieno e convinto alla Lista del Megafono del Presidente Crocetta al centro dell’incontro tenuto ieri dall’On. Nello Dipasquale a Modica. La grande partecipazione popolare ha testimoniato ancora una volta quanto sia diffuso e crescente il consenso che i Siciliani esprimono nei confronti del progetto politico di Crocetta, cui già in occasione delle elezioni regionali dell’ottobre scorso, come ha sottolineato il segretario provinciale Giovanni Cosentini, il Movimento Territorio ha aderito con grande fiducia, perchè vi ha individuato la forza della netta discontinuità rispetto al disastroso malgoverno precedente. La candidatura di Nello Dipasquale nella Lista Crocetta, che non è stata compresa in quel momento da molti, ha continuato Cosentini nel suo intervento, rivela oggi, invece, la lungimiranza di chi ha saputo vedere, prima di altri, che si apriva una pagina nuova per la Sicilia: la pagina della legalità e della ritrovata dignità. Continua a leggere

Mozione contro il depotenziamento degli Uffici Giudiziari

Nello Dipasquale 7

Soddisfazione è stata espressa dal Deputato regionale Nello Dipasquale per la mozione contro la proposta di rideterminazione delle piante organiche degli Uffici Giudiziari di primo grado ex art. 5 comma 4 del D.Lgs 7 Settembre 2012, n.155:  “Un atto dovuto per fare fatti e non parole in una stagione difficile di lotta al crimine e alle mafie“.

La mozione, di cui l’On. Dipasquale è primo firmatario, è stata presentata unitamente ai Deputati regionali Di Giacinto, Coltraro, Malafarina e Oddo. Nella mozione si legge in particolare di come sia prevista la soppressione dei posti in organico e la relativa destinazione a territori diversi da quelli degli uffici accorpanti, con “grave nocumento per la regione siciliana, che subirà, conseguentemente, una notevole riduzione del numero dei magistrati in servizio nelle rispettive Procure e Tribunali, nonostante la specificità del territorio della Regione e le numerose pregresse evidenze di inadeguatezze degli organici.” Si evidenzia come il contrasto fra “le scelte proposte dal Ministro e i principi che discendono dagli articoli 21 e 23 dello Statuto della Regione Siciliana, dovrebbe comunque impedire ogni determinazione che comporti il depotenziamento degli uffici giudiziari dell’isola, senza la consultazione e l’accordo degli Organi regionali preposti.”  Continua a leggere

Regione, scompare un ente fantasma

Palazzo d'Orleans

Addio ente fantasma. La Regione chiuderà l’Arsea, agenzia regionale che si occupa di erogare pagamenti e servizi agli agricoltori. Per espletare questi compiti siglerà un’intesa con l’Agea, organismo equivalente che opera a livello nazionale. Secondo l’assessorato regionale alle Risorse agricole, guidato da Dario Cartabellotta, il risparmio sarà di circa due milioni di euro all’anno considerato che la nuova struttura dovrebbe funzionare all’interno dell’assessorato e sarà potenziata da personale statale. Per l’Arsea, invece, erano previste due sedi, un presidente da 150 mila euro all’anno e una pianta organica da 90 dipendenti tra cui cinque autisti.

 «Abbiamo avviato un’interlocuzione con Agea – conferma Cartabellotta – ed entro i primi di marzo formalizzeremo l’accordo. Seguiremo il modello virtuoso applicato ad esempio in Umbria e Friuli, che consente di evitare un aumento dei costi e la duplicazione delle funzioni». Si chiuderà così uno dei casi più eclatanti di sprechi e malaburocrazia. Queste agenzie di pagamento regionali erano state istituite sette anni fa per migliorare i servizi locali per gli agricoltori, che in precedenza erano affidati a un organismo nazionale, l’Agea.

                                                leggi l’articolo dal Giornale di Sicilia