5 MILIONI DI EURO PER LA LEGGE SU IBLA

 

Nello dipasquale

È stata rifinanziata la legge speciale su Ibla, la 61/81, con ben 5.000.000 di euro. Negli ultimi anni il rifinanziamento era stato fortemente ostacolato e la cifra era stata ridotta di 250 mila euro nel 2011 e addirittura di 750 mila euro lo scorso anno, in cui era scesa a  4 milioni di euro. Grande soddisfazione, quindi, esprime l’On.Nello Dipasquale, componente del gruppo all’ARS “Lista Crocetta-Megafono” ,che in una sua nota afferma: “Ai detrattori che, anche in questa occasione, non sono mancati e che si erano già sfregate le mani annunciando scenari apocalittici e fichi secchi, abbiamo dato la giusta risposta con i fatti, non con le parole. E del resto io stesso avevo promesso massimo impegno già in fase della mia candidatura alle Regionali, quando lasciai la carica di sindaco di Ragusa proprio per cercare di difendere le ragioni del territorio all’interno della sede parlamentare. La legge su Ibla è stata non solo rifinanziata ma, grazie al lavoro di tutti, si è riusciti ad ottenere addirittura un milione di euro in più rispetto allo scorso anno, facendo salire dunque a ben 5 milioni di euro il plafond utile. Un obiettivo raggiunto grazie al lungo lavoro di raccordo tra le forze politiche della maggioranza e della minoranza, con la “complicità” del Governo regionale. Grazie agli emendamenti presentati in aula, concordati con i colleghi, si è riusciti, con il sostegno di tutti, ad accogliere le positive modifiche alla legge Finanziaria. Ringrazio tutti i parlamentari della provincia di Ragusa, così come tutti i partiti che hanno lavorato per questo risultato, ed ancora ringrazio il presidente Crocetta, il Governo e tutto il Parlamento siciliano che hanno lavorato dimostrando responsabilità e sinergia su un argomento di grande interesse per la collettività ragusana”.

FINANZIAMENTI PER IL PROGETTO “I TRE PONTI”

Il progetto di riqualificazione dei negozi del centro storico di Ragusa, a cui ha lavorato la precedente Amministrazione comunale in stretta sinergia con il centro commerciale naturale “I Tre Ponti” è stato ammesso a finanziamento dalla Regione. Il progetto prevede un investimento complessivo di oltre 480 mila euro. La Regione, attraverso i fondi comunitari previsti nell’ambito del programma europeo Sicilia 2007-2013, concederà 240 mila euro, il 50%. “Si conclude positivamente una vicenda che aveva trovato il suo inizio sotto la precedente Amministrazione comunale – spiega il parlamentare regionale on. Nello Dipasquale – Da sindaco di allora, assieme al vicesindaco Cosentini e all’assessore Migliore, avevamo lavorato a diretto contatto con i commercianti del centro commerciale naturale I Tre Ponti invitandoli a puntare sul bando regionale che sarebbe servito ad ottenere, come ora è avvenuto, contributi per il miglioramento delle strutture, per l’adeguamento agli standard europei e per l’attivazione o il potenziamento di una serie di servizi. Il progetto complessivo è approdato alla Regione dove ho avuto modo di seguirlo da deputato in continuo confronto con l’assessore Linda Vancheri che naturalmente ringrazio. Continua a leggere

Crocetta: “Commissione per selezione direttori generali, basta con le polemiche”

Crocetta 2
Palermo 16 aprile. “Sono veramente indignato in merito alla questione della
selezione e sulle posizioni attribuitemi attorno ai manager della sanità. E’
bastata la trasferta per un paio di giorni a Bruxelles, per attribuirmi
posizioni che non mi appartengono per niente”. Lo dice il Presidente della
Regione siciliana Rosario Crocetta.
“Con Lucia Borsellino abbiamo perfetta intesa sulle questioni di governo e
operiamo con grande spirito collaborazione. Per quanto riguarda i lavori in
commissione per la selezione dei manager, non ho mai incontrato i commissari,
non ho mai incontrato i componenti della commissione, non intendo incontrarli e
nè intendo bloccare il concorso. La commissione opera in totale autonomia e non
mi è passato mai per la testa interferire sui criteri. Ci atterremo
scrupolosamente alla loro valutazione, in modo tale da evitare ogni
discrezionalità del governo nella scelta. In questo modo finalmente limitiamo
le pressioni della politica intorno a vicende che devono rimanere tecniche. Non
riesco a capire da dove i giornali abbiano potuto trarre le distanze tra me e
la Borsellino dato che quasi nessuno mi ha interpellato. Dichiarazioni di
persone vicine all’amministrazione, non rappresentano affatto la posizione del
presidente e del governo, che ha nominato una commissione di altissimo
prestigio e intende attribuire ad essa massima autonomia. Per quel che mi
riguarda, ripeto, non intendo assolutamente incontrare i componenti della
commissione nè con loro discutere di criteri, poichè non ritengo corretto tale
comportamento”.

Il Presidente della Regione siciliana
Rosario Crocetta

LETTERA APERTA AL MOVIMENTO 5 STELLE DI RAGUSA

Leggo dalla stampa il comunicato del Movimento 5 Stelle di Ragusa che ritorna ancora sulla questione dell’acqua cercando ancora una volta responsabilità da riferire alla mia precedente Amministrazione comunale. In verità vista l’ennesima inconsistenza di contenuti, questo nuovo comunicato stampa non meriterebbe nemmeno una risposta ma visto che mi hanno tirato in ballo personalmente, sono costretto ad intervenire perché contestano degli stereotipi i linguaggi usati dall’ex sindaco. Voglio approfittarne per far capire alcune cose. Il comunicato stampa a cui i 5 Stelle fanno riferimento non riporta mie dichiarazioni personali, ma quelle del coordinamento cittadino di Territorio Ragusa. Capisco che l’esperienza politica è pari a zero, ma l’intervento che contestano non è stato svolto dall’ex sindaco Nello Dipasquale e dunque non capisco perché abbiano diffuso un comunicato stampa contro di me. Comprendo benissimo che questo è il prezzo da pagare per l’inesperienza, ma era talmente tanta la foga e l’irruenza di apparire sulla stampa che il Movimento 5 Stelle ha deciso di attaccarmi personalmente benché non sia stato io a fare quelle dichiarazioni. Evidentemente l’unico intento era quello di attaccarmi politicamente. Beh, a questo punto posso solo dire che vi ringrazio perché mi date la possibilità di intervenire ancora una volta per chiarire questa vicenda. E basta leggere proprio i verbali della commissione ambiente che il Movimento 5 Stelle ha diffuso assieme al suo comunicato stampa, per capire che già nel 2010 il problema era all’attenzione dell’Amministrazione comunale che di certo non ha dormito sonni tranquilli ma anzi si è subito adoperata per intervenire con un complesso e particolare sistema di traccianti per cercare di verificare la derivazione dell’inquinamento alle sorgenti. Continua a leggere

TERRITORIO NON PARTECIPERÀ ALLE PRIMARIE

riunione sulle primarie 5-4-13“Da Palermo – ha detto il candidato a sindaco Cosentini – si era voluto sperimentare la possibilità di ripetere la coalizione all’Ars, ma non ci sono state le condizioni di poter sviluppare un dialogo a livello locale” 

Un’assemblea molto partecipata, più di 40 gli interventi e tutti convergenti nell’idea di ritirare l’adesione alle primarie di coalizione indette, per il prossimo 14 aprile, dalle forze politiche componenti la maggioranza a sostegno del governo regionale. Questa la sintesi fatta dal presidente provinciale Michele Sbezzi della lunghissima riunione tenutasi venerdì sera nella sede del movimento ‘Territorio’, caratterizzata anche dal collasso da affaticamento che ha costretto il deputato Nello Dipasquale a passare la notte in ospedale.

“Avevamo accolto con slancio immediato – spiega Sbezzi – la richiesta di partecipare a queste primarie, rivoltaci dal segretario regionale del Pd Giuseppe Lupo. Ritenevamo, e continuiamo a ritenere, che ogni forma di confronto democratico sia un’occasione da cogliere. Avevamo fatto però al tavolo regionale, lo scorso 27 marzo, delle precise richieste, che le primarie si svolgessero in tutti i comuni siciliani in cui si terranno le amministrative, soprattutto nei capoluoghi. Questo non si è verificato – continua – e, addirittura, a Modica la nostra presenza è stata dichiarata come non gradita. Pur mantenendo il rispetto delle posizioni e delle presenze in una alleanza che ha sorretto e sorregge entusiasticamente il governo Crocetta – conclude il presidente provinciale di ‘Territorio’ – non riteniamo soddisfatte le condizioni minime per poter procedere alle primarie”. Continua a leggere

Crocetta: “Conquista storica per la Sicilia, approvato dal Governo il riconoscimento dell’art. 37 dello Statuto siciliano”

crocetta 5

Pubblichiamo con grande soddisfazione il comunicato del Presidente Crocetta:
Palermo 6 aprile, ’13. “Da oggi le imprese che operano in Sicilia pagheranno le tasse
in Sicilia. Uno dei sogni dei padri dello Statuto siciliano e degli autonomisti
trova attuazione su proposta della regione siciliana”. Lo dicono in una nota il
presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta e l’assessore regionale all’
Economia Luca Bianchi. “Il Governo nazionale – aggiunge Crocetta – ha approvato
all’unanimità il provvedimento sulla base delle buone prassi di bilancio che il
governo siciliano ha avviato, attraverso le azioni di spending review, i tagli
delle province, delle partecipate, la revisione di spesa per gli assessorati,
il taglio del salario accessorio, la chiarezza dei conti, quindi, sulla base
dell’azione di buon governo che la Sicilia sta portando avanti”. Il governo
siciliano e i siciliani tutti, ringraziano il governo nazionale per il
riconoscimento di un diritto e – afferma il governatore –“utilizzeremo nel
miglior modo possibile la fiducia che ci viene data, portando avanti con
giustizia le politiche di rigore senza massacro sociale, sostenendo le imprese
e i poveri. Da oggi inizia una pagina nuova per la Sicilia, la sfida di
cominciare a farcela da soli, con l’orgoglio di essere siciliani, mettendo a
posto i conti e sviluppando l’economia. La Sicilia – continua Crocetta – non
vuole vivere di assistenzialismo e parassitismo, vuole vivere con le proprie
risorse e questo cambia la prospettiva totale e inverte la tendenza politica di
oltre 50 anni. Siamo orgogliosi, felici, insieme a tutti i siciliani, di
festeggiare una rivoluzione che continua e che è in corso in Sicilia. Questo è
merito di tutti i siciliani. Il modello Sicilia è siciliano, è fatto dai
siciliani e – afferma il Presidente – ce la faremo a fare divenire la nostra
regione, una delle più sviluppate d’Europa, ma anche una regione che diventa un
simbolo sul piano dei diritti civili, della lotta alla mafia, della
trasparenza, dando impulso a una rivoluzione culturale che mette al centro
anche i soggetti deboli. Un grazie sentito al Presidente del Consiglio e a
tutti i Ministri ed in particolare al Ministro Grilli ed al dirigente Fabrizia
La Pecorella. Grazie al Ministro Barca per il decreto sui fondi Fas, approvato
nella seduta di Governo di oggi”.

Il Presidente della Regione siciliana
Rosario Crocetta

Seduta del 4/4/ 2013 sulla doppia preferenza di genere

Una seduta lunga e spesso interrotta, quella sulla doppia preferenza di genere, che presentiamo integralmente.

 

Video dalle 16,45: http://www.ars.sicilia.it/DocumentiEsterni/ResSteno/16/16_2013_04_04_031_S164533.asx

Video dalle 17, 57 http://www.ars.sicilia.it/DocumentiEsterni/ResSteno/16/16_2013_04_04_031_S175759.asx

Video dalle 18,01 http://www.ars.sicilia.it/DocumentiEsterni/ResSteno/16/16_2013_04_04_031_S180148.asx

Video dalle 18,45 http://www.ars.sicilia.it/DocumentiEsterni/ResSteno/16/16_2013_04_04_031_S184515.asx

Video dalle 18,53 http://www.ars.sicilia.it/DocumentiEsterni/ResSteno/16/16_2013_04_04_031_S185325.asx

Video dalle 19,32   http://www.ars.sicilia.it/DocumentiEsterni/ResSteno/16/16_2013_04_04_031_S193240.asx

Video dalle 22,14 http://www.ars.sicilia.it/DocumentiEsterni/ResSteno/16/16_2013_04_04_031_S221433.asx

“Un significativo passo verso una politica strutturale del settore dell’agricoltura e della zootecnia”

 Nello Dipasquale 1

La prima importante tappa per cercare di salvare la zootecnica iblea e siciliana è stata raggiunta. Il Governo regionale, tramite un accordo promosso dall’assessore alle Risorse agricole Dario Cartabellotta, ha previsto l’incremento del prezzo del latte da 37 a 42 centesimi al litro per il latte bovino e di 80 centesimi per litro per il latte ovino. E’ quanto ha spiegato in conferenza stampa ieri pomeriggio a Ragusa, il deputato regionale Nello Dipasquale, affiancato dal presidente del consiglio comunale Di Noia ed i consiglieri Licitra, Occhipinti, Galfo, La Rosa, oltre che dall’esponente del movimento ‘Il Megafono’ Aldo Bertolone, “un esponente con il quale ho condiviso molte battaglie – spiega l’onorevole – a favore del settore dell’agricoltura e zootecnia”.

Molto positivo il giudizio riguardo il provvedimento voluto dal Governo regionale che viene dopo diversi incontri con i rappresentanti degli allevatori, ai quali, pur essendo stati invitati,  non si sono presentati gli industriali della trasformazione lattiero-casearia. Continua a leggere