CROCETTA PRESENTA IL PIANO GIOVANI

Piano Giovani

PALERMO. “La presentazione di questo piano giovani la dice lunga sugli attacchi fatti in questi mesi. Chi per 20 o 30 anni non ha operato riteneva che quando ci siamo insediati dovevamo cambiare la Sicilia, accusandoci di immobilismo”. Lo ha detto il governatore della Sicilia Rosario Crocetta in conferenza stampa a Palermo per presentare il piano giovani. “Abbiamo risparmiato sulla formazione circa il 30 per cento, cioé 100 milioni di euro, abbiamo risparmiato sui forestali. Abbiamo istituito con l’assessorato alle Attivita’ produttive 18 zone franche urbane – ha aggiunto – Abbiamo destinato ai giovani siciliani, con questo piano 100 milioni di euro, queste risorse andranno ad aumentare anche la reddività delle imprese”. “I punti importanti sono la valorizzazione del tirocinio, che abbiamo voluto fortemente, per favorire l’inserimento di tutti i laureati, e poi l’auto-impiego. Ovviamente è una Sicilia impreparata ad accogliere queste misure da Nord Europa”. ha concluso.

                                  leggi l’articolo dal Giornale di Sicilia

“TERRITORIO” ORGANIZZA UN PERCORSO SULL’AUTOIMPRESA

lista-territ

Il Movimento “Territorio” provinciale di Ragusa e la responsabile del Settore Pari Opportunità, dr.ssa Gianna Dimartino, in collaborazione con UN.I.COOP /Unione italiana cooperative provinciale di Ragusa,organizzano un percorso informativo/formativo gratuito sull’autoimprenditoria, al quale sono invitati a partecipare donne e giovani della provincia di Ragusa,  interessati a costituire un’attività in proprio. Tre incontri per ricevere informazioni e suggerimenti su come  sviluppare nuove idee imprenditoriali, avviando iniziative di autoimpiego e promuovendo la nascita di una nuova impresa in ambito provinciale, cercando magari di  sfruttare le potenzialità e le tradizioni del nostro territorio. Nel corso dei tre incontri verrà affrontata da consulenti ed esperti nel settore, una pluralità di argomenti legati alla creazione di un’attività imprenditoriale, tra cui:

– Informazioni tecniche su bandi europei, nazionali e regionali e linee di finanziamento agevolati e modalità di accesso al credito

– Come creare e innovare per lo sviluppo del business

– le forme giuridiche d’impresa (ditta individuale, società, società cooperativa) e sua gestione

– Come Fare un business- plan efficace

– ottimizzazione delle tecniche di vendita/Network d’impresa

SEDE E DATE

Gli Incontri si svolgeranno  a Ragusa, presso la sede di “Territorio”,  Viale Europa n. 97 :

1° incontro sabato  8 marzo ore 9,30/12,30

2° incontro lunedì 10 marzo ore 16,00/19,00

3° incontro  mercoledì 12 marzo ore 16,00/ 19,00

Altri incontri si stanno programmando in altri Comuni della Provincia di Ragusa, tra cui Vittoria e Ispica.

Come partecipare

Gli interessati possono inviare via mail  richiesta  di partecipazione entro il 6 marzo ai seguenti indirizzo mail: segreteriaterritorio@hotmail.it oppure dimartinogianna@virgilio.it

INFO: coordinamento : 338-8040250

Collabora al presente  progetto:

   UN.I.COOP /Unione italiana cooperative provinciale di Ragusa

IL TESTO UNICO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

foto

E’ iniziato l’esame del Testo unico delle attività produttive, disegno di legge che si propone di unificare e semplificare la regolamentazione  dei principali ambiti produttivi.  La III Commissione all’ARS  ne ha avviato stamani l’analisi, che proseguirà con gli incontri con le categorie del settore nei prossimi quindici giorni, in modo da ascoltare suggerimenti e pareri per formulare eventuali emendamenti grazie agli apporti di chi opera concretamente nell’ambito.  Forniamo di seguito il testo:

DISEGNO DI LEGGE

 

presentato dal Presidente della Regione CROCETTA

su proposta dell’Assessore per le attività produttive VANCHERI

il 2 gennaio 2014

 

Testo unico delle attività produttive

 

RELAZIONE DEL GOVERNO REGIONALE

Onorevoli colleghi,

con il disegno di legge in commento si è inteso dettare una regolamentazione unitaria delle principali attività produttive in Sicilia attraverso l’adozione di un “testo unico” che, finalmente, consenta all’operatore economico, nell’ottica dei principi di trasparenza e semplificazione dell’azione amministrativa, di poter far riferimento ad un unico corpus normativo.

Per la redazione del disegno di legge si è tenuto in debito conto delle molteplici innovazioni introdotte dalla normativa sia comunitaria che nazionale ma anche delle più recenti sentenze della Corte costituzionale che, invero, hanno introdotto non pochi vincoli alla potestà normativa regionale, anche delle Regioni a Statuto speciale, in ragione della “tutela della concorrenza” rimessa, come è  noto, alla esclusiva competenza statale.

La redazione delle diverse bozze di “testo unico” è stata costantemente condivisa con tutte le parti sociali, datoriali, imprenditoriali e sindacali, le quali hanno apportato, in occasione delle diverse riunioni occorse, le loro proposte. Il disegno di legge in esame, quindi, è stato oggetto, nella sua stesura definitiva, di piena condivisione da parte delle organizzazioni coinvolte.

Il disegno di legge in esame introduce una nuova normativa nei settori interessati (principi generali in tema di attività produttive, commercio ed artigianato), abrogando la disciplina previgente, proponendosi quale nuovo riferimento normativo unico per gli operatori economici. Esso si compone di ben 219 articoli raggruppati in quattro distinte Parti, a loro volta articolate in Titoli e Capi.

Continua a leggere

980.000 EURO PER I DISTRETTI TURISTICI

Nello Dipasquale 1

La Bit di Milano, al via domani, si apre con una notizia positiva per l’area iblea. Nell’ambito dell’incontro svoltosi a Palermo per fare il punto sui Distretti Turistici, i nuovi organismi individuati dalla Regione per occuparsi delle politiche locali e dello sviluppo territoriale, l’On. Nello Dipasquale ha ottenuto dall’assessore Stancheris precise rassicurazioni sull’iter dei finanziamenti previsti dalla Comunità Europea.

Il deputato ragusano, infatti, ha già informato il presidente del Comitato Direttivo del Distretto Ibleo, Mario Papa, che a breve verrà pubblicato il decreto con la graduatoria dei progetti dichiarati ammissibili. In base al programma a suo tempo presentato, il Distretto degli Iblei ha ottenuto un finanziamento di circa 980 mila euro finalizzato alla promozione del territorio della provincia e degli altri comuni aggregati. Ci vorrà però ancora qualche settimana per i relativi finanziamenti poiché sono necessarie alcune correzioni a causa dell’aumento dell’IVA che costringe all’aggiornamento dei quadri economici. Ma senz’altro si tratta di una notizia positiva. “Il lungo processo di costituzione del Distretto – spiega l’On. Dipasquale – trova così il suo compimento dando ragione a chi ha sempre scommesso sull’importanza di queste realtà. Un ringraziamento particolare va all’assessore regionale Stancheris che ha sempre seguito da vicino l’iter del Distretto turistico locale, ormai anche da gradita appassionata dell’area iblea”. Continua a leggere

MERCATI DEL CONTADINO, PRONTI 11 MILIONI

Mercato

Via al decreto dell’assessorato all’Agricoltura sulle filiere corte.

Istituito l’albo ufficiale degli agricoltori che potranno vendere direttamente al consumatore

PALERMO. Disciplina le filiere corte, istituisce l’albo ufficiale degli agricoltori che potranno vendere direttamente al consumatore, senza alcuna intermediazione e mette a battesimo più di 100 mercati contadini. Ecco il decreto dell’assessorato regionale all’Agricoltura, con cui si dà attuazione alla politica del «Born in Sicily» e con cui vengono messi sul piatto, pronti per essere utilizzati, circa 11 milioni per i primi 115 mercati degli agricoltori.

“Obiettivo delle filiere corte – dice l’assessore Cartabellotta– è quello di accorciare il percorso dei prodotti e quindi ridurre il forte divario tra prezzi alla produzione e prezzi al consumo. Più sono i passaggi, maggiore è l’impatto ambientale per via della moltiplicazione dei processi industriali. Ridurli deve essere l’obiettivo comune”.

Grazie al decreto a firma Cartabellotta si potranno vendere i prodotti direttamente nelle aziende agricole, con camioncini sulle strade confinanti con l’impresa, durante le sagre, nei mercati contadini o attraverso distributori automatici.

L’articolo 2 del decreto istituisce l’albo ufficiale degli agricoltori della filiera corta, albo che servirà per evitare le forme di abusivismo: all’azienda, dopo la richiesta di iscrizione, verrà rilasciato un apposito tesserino identificativo. Continua a leggere

ARRESTATO CIRIGNOTTA. MESSINEO: INPUT DA CROCETTA

Crocetta

PALERMO – “Questa indagine nasce dalla denuncia del presidente della Regione Crocetta e dell’assessore alla Salute Borsellino che, a Gennaio dello scorso anno segnalarono un episodio di interferenza sui componenti della commissione che avrebbe dovuto aggiudicare la gara per una fornitura di pannoloni alla Asp per 50 milioni”. Così il procuratore di Palermo Francesco Messineo ha illustrato l’input all’inchiesta che oggi ha portato all’arresto dell’ex commissario dell’Asp Salvatore Cirignotta e del procuratore della ditta Fater, l’azienda che Cirignotta avrebbe cercato di favorire. Entrambi sono ai domiciliari con l’accusa di concorso in turbativa d’asta.

L’inchiesta, coordinata dall’aggiunto Leonardo Agueci, è condotta dai pm Gaetano Paci e Daniela Varone. La denuncia fece scattare le indagini che avrebbero accertato, anche grazie ai riscontri venuti fuori da perquisizioni, il ruolo di Cirignotta.

L’ex commissario avrebbe fatto pressioni sulla commissione, anche minacciando ripercussioni lavorative, perchè l’appalto andasse alla Fater anzichè alla Santex, la ditta per cui i commissari propendevano visto che aveva fatto l’offerta migliore. “Non è stata provata al momento – ha spiegato Messineo- la corruzione, ma solo la turbativa d’asta”.

                                                                             (fonte: ANSA)

FORMAZIONE: ALTRI ENTI ESCLUSI DAI FONDI REGIONALI

 Nelli
Uno di questi enti era guidato da un funzionario regionale

PALERMO – Saltano altri tre enti di Formazione siciliani. Privati dall’assessore Scilabra (definitivamente o temporaneamente) dell’accreditamento e quindi della possibilità di prendere parte agli avvisi e ai bandi finanziati dalla Regione. Uno di questi enti era guidato da un dipendente della Regione, impiegato all’assessorato ai Beni culturali. I corsi sono stati definanziati. I soldi previsti, circa tre milioni e mezzo, tornano a disposizione per gli enti accreditati.

A vedersi revocato o sospeso l’accreditamento, da parte del dipartimento formazione professionale, sono l’Anfe di Enna, l”Eureka e l’Esfo Ctrs. “Sulla base di accertamenti e attività di ispezione – ha dichiarato l’assessore Nelli Scilabra – si è deciso di revocare l’accreditamento all’Anfe di Enna. Abbiamo sospeso in via cautelare l’accreditamento di Eureka ed Esfo Ctrs e si è proceduto al definanziamento dei percorsi formativi. La Regione Siciliana – aggiunge l’assessore – non intende abbassare la guardia nel sistema della formazione professionale e continueremo ad intervenire senza alcuno sconto. Ci risulta – conclude l’assessore – che a dirigere l’ente Esfo Ctrs sia un dipendente dell’amministrazione Regionale impiegato al dipartimento dei Beni Culturali”.

                          leggi l’articolo da LiveSicilia

LA BANCHINA DEL PORTO DI POZZALLO RESTITUITA ALL’ATTIVITA’ COMMERCIALE

nello

Finalmente si è sbloccata la vicenda della Gold Star, la nave ormeggiata ormai da mesi in una banchina del porto di Pozzallo. La nave era stata posta sotto sequestro dopo che i marinai le avevano dato fuoco, nella speranza di occultare il prezioso carico alle forze dell’ordine, era carica di hashish, adesso verrà trasferita in Turchia. Le operazioni per lo spostamento dell’ingombrante relitto sono iniziate oggi pomeriggio al termine di un sopralluogo del parlamentare regionale Nello Dipasquale, del sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna e dei vertici della Capitaneria di Porto.

I rappresentanti delle agenzie marittime, gli ormeggiatori e i responsabili delle imprese portuali e delle società di rimorchiatori avevano manifestato nel corso dei mesi forti lamentele in quanto la nave, tra l’altro irrimediabilmente danneggiata, era stata fatta attraccare lungo i pontili commerciali del porto per essere poi posta sotto sequestro, causando inevitabilmente, come conseguenza, la riduzione dell’attività commerciale. La nave Gold Star si era infatti aggiunta alla nave Osman che era già ormeggiata al porto da aprile scorso. Continua a leggere

SCANDALIZZATI A PALERMO E FELICI A ROMA

scicli

Il commento dell’On. Nello Dipasquale alle polemiche innescate da parte del PD siciliano:

“C’e una parte del PD siciliano intento a bloccare il lavoro del governo per il rilancio della Sicilia, sono scandalizzati dell’accordo raggiunto da Casini a Roma. Cosa interessa a noi siciliani di cosa fa Casini a Roma??
L’accordo elettorale fatto in Sicilia è nato per cambiare la SICILIA e a quell’accordo, mi permetto di ricordare, abbiamo partecipato tutti in nome della SICILIA, né destra né sinistra.
Si ci scandalizza per l’accordo di Roma dell’Udc con il centrodestra. Ma scusate: a ROMA il PD con chi governa?
Si sente parlare di indignazione per le scelte perché tradimento dell’accordo elettorale siciliano, ma scusate: il PD per governare questa regione non è il partito che ha dato appoggio al ribaltone di Lombardo??? Purtroppo c’è una parte di questo partito democratico che pensa che l’unico problema da risolvere sia quello della poltrona di assessore da raggiungere, e invece non si capisce quanto bene potremmo fare, e invece non facciamo, cercando di portare avanti quei disegni di legge che giacciono da tempo nei meandri del palazzo. Continua a leggere

CONCORDATI A ROMA I CRITERI PER SBLOCCARE GLI STIPENDI

Palazzo d'Orleans 1

 

Entro la prossima settimana saranno pagati gli stipendi ai 17 mila regionali, poi scatterà la corsa per erogare le retribuzioni a 40 mila dipendenti nell’ orbita di Palazzo d’ Orleans, grazie a una norma varata dal Consiglio dei ministri. Il tutto mentre la tensione tra i lavoratori è ormai alle stelle: proteste e occupazioni si stanno diffondendo a macchia d’ olio. La prima buona notizia è arrivata ieri in mattinata. Il presidente della Regione, Rosario Crocetta, ha pubblicato Bilancio e Finanziaria sulla Gazzetta ufficiale. Scelta fatta a malincuore, perché se da un lato ha sbloccatole spese più urgenti dell’ amministrazione, dall’ altro lato restano congelati circa 500 milioni di altre uscite bocciate dal commissario dello Stato per pagare 40 mila stipendi. Entro la prossima settimana dovrebbe intanto essere pagate le buste paga di gennaio a una platea di oltre ventimila persone: dagli impiegati alle dirette dipendenze della Regione e pensionati fino ai 1.400 forestali con contratto a tempo indeterminato. Continua a leggere