IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO DAVIDE FARAONE IERI SERA A RAGUSA

L’ incontro nella segreteria politica di Nello Dipasquale

ieri

FARAONE: “IL PD E’ CAMBIATO E SI CANDIDA A RAPPRESENTARE LA MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI”.

RAGUSA – Uno scambio di auguri, programmato dalla segreteria politica dell’on. Nello Dipasquale, divenuto occasione di incontro e confronto politico grazie alla presenza del segretario provinciale del Pd, Giovanni Denaro, dell’ex segretario del Pd di Ragusa, Peppe Calabrese e del sottosegretario di Stato, Davide Faraone. Attorno a Dipasquale tanti amici e simpatizzanti del Partito Democratico, del Megafono e del movimento Territorio che con il deputato regionale hanno condiviso numerosi momenti di impegno politico nel corso degli anni, dalla sua elezione in Consiglio comunale fino all’Ars. Si è parlato anche del recente passaggio dell’on. Dipasquale nel Partito Democratico. A ricordarlo è stato il sottosegretario Faraone rilevando il grande affetto di tante persone presenti all’incontro: “Una grande presenza qui in segreteria, segnale di condivisione rispetto ad una scelta travagliata ma coerente che ha portato Dipasquale ad entrare nel Pd. Un percorso credibile che è stato attraversato da più appuntamenti che hanno visto Nello fare una scelta chiara e netta. Il tema non è che ha cambiato idea Nello, ma il tema è che è cambiato il Pd divenendo un partito che è di condivisione di un percorso per il rilancio del Paese. Noi auspichiamo tanti casi come questi e i dati elettorali che ci hanno visto primeggiare con il 40% dei consenti ci spiegano che abbiamo avviato un percorso giusto. Il Pd ha smesso di rappresentare solo una parte della Sinistra o del Centrosinistra, rischiando di rappresentare solo i ceti garantiti. Abbiamo cambiato per rappresentare la stragrande maggioranza degli italiani”. Continua a leggere

COSTITUIRE L’ISTITUTO REGIONALE PER LA RICERCA E LA VALORIZZAZIONE AGRICOLA ED AGROALIMENTARE

UN DISEGNO DI LEGGE PER COSTITUIRE L’ISTITUTO REGIONALE PER LA RICERCA E LA VALORIZZAZIONE AGRICOLA ED AGROALIMENTARE. UN UNICO SOGGETTO PER RILANCIARE LA RICERCA SCIENTIFICA IN SICILIA.

Nello Dipasquale b

I deputati Sammartino, Dipasquale, Anselmo, Nicotra, Ruggirello e Sudano hanno presentato un disegno di legge per procedere alla costituzione dell’Istituto Regionale per la Ricerca e la Valorizzazione Agricola ed Alimentare. La ricerca in campo agro-alimentare costituisce una leva strategica per lo sviluppo e la competitività di un comparto vitale per l’economia e l’occupazione. Attualmente le attività di ricerca applicata, sperimentazione e valorizzazione in campo agricolo ed agro-alimentare sono affidate ad una pluralità di soggetti pubblici o sottoposti alla vigilanza della Regione. In Sicilia ci sono ben otto consorzi di ricerca costituiti ai sensi della L.R. 88/1982, chiamati a presidiare singole filiere agro-alimentari, ma ci sono anche organismi che si occupano di attività di ricerca a diretta titolarità pubblica operate dall’Istituto Sperimentale Zootecnico per la Sicilia (tra questi l’Istituto per l’Incremento Ippico di Catania, l’Istituto Regionale della Vite e del Vino, i vivai regionali “F.Paulsen”, la Stazione Sperimentale Consorziale di Granicoltura della Sicilia, le attività promosse dall’Esa). Continua a leggere

APPROVATO IN COMMISSIONE ARS IL TESTO UNICO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

DIPASQUALE: “ASCOLTATE LE ESIGENZE DELLE VARIE CATEGORIE TRADOTTE IN EMENDAMENTI”

Commissione Attività Produttive, 17-12-14

Il testo unico delle attività produttive è stato definitivamente approvato stamani dalla Commissione Attività Produttive dell’Ars. Adesso passerà all’esame del Parlamento siciliano. Il testo ha avuto una gestazione molto ampia per consentire la presentazione di emendamenti e per un confronto con le categorie produttive. A darne notizia è il deputato regionale Nello Dipasquale componente della commissione parlamentare. Il disegno di legge presentato dal Governo Crocetta prevede una regolamentazione finalmente unitaria delle principali attività produttive in Sicilia attraverso l’adozione di un testo unico che consenta all’operatore economico, nell’ottica dei principi di trasparenza e semplificazione dell’azione amministrativa, di poter far riferimento ad un unico corpus normativo. Continua a leggere

INTERROGAZIONE SULLE CRITICITÀ DEL CONSORZIO DI BONIFICA DI RAGUSA

CONSORZIO DI BONIFICA N.8 DI RAGUSA. L’ON. NELLO DIPASQUALE PRESENTA INTERROGAZIONE ALL’ASSESSORE REGIONALE ALL’AGRICOLTURA PER OTTENERE CHIARIMENTI SUI FINANZIAMENTI PER L’ENTE E SUL PAGAMENTO DELLE SPETTANZE AI LAVORATORI CHE SONO IN STATO DI AGITAZIONE.

L’on. Nello Dipasquale presenterà martedì un’interrogazione sul futuro dei dipendenti del Consorzio di Bonifica n.8 di Ragusa, attualmente in stato di agitazione. I lavoratori denunciano infatti il mancato pagamento delle retribuzioni già da settembre scorso, con la conseguente creazione di uno stato di sofferenza e disagio per le proprie famiglie. Inoltre vengono lamentati casi di discrezionalità comportamentali che gli stessi uffici dell’Assessorato regionale competente, non si sa bene a che titolo, hanno fatto registrare nei vari Consorzi di bonifica. “Ci sono aspetti che vanno immediatamente chiariti – spiega l’on. Nello Dipasquale – e per questo motivo ho deciso di presentare un’interrogazione affinché risponda l’assessore regionale all’Agricoltura. Non si comprende, ad esempio, il perché vengano riconosciute, previa transazione, le differenze retributive maturate dal personale ex art. 110 in alcuni Consorzi, ma non viene data la stessa possibilità ai lavoratori di Ragusa. E non si capisce il motivo per il quale, ad esempio, vengono attivate le procedure per la riqualificazione del personale in diverse realtà, ma non per il personale del Consorzio di bonifica di Ragusa che rimane nello stesso profilo da oltre 15 anni”. L’on. Dipasquale chiede inoltre di sapere perché, ad esempio, nel 2010 il governo regionale ha stabilito di ripianare alcune passività dei consorzi, tra cui il pagamento nei confronti dell’Enel, con tanto di ripartizione di diversi milioni di euro, ma al Consorzio di bonifica di Ragusa non è stato attribuita alcuna somma utile. “E non si capisce nemmeno perché, a fronte di una norma regionale che finanzia allo stesso modo, nei vari Consorzi, i lavoratori delle Garanzie Occupazionali rientranti nei contingenti dei 151isti, dei 101isti e 51isti, annualmente invece, vengono legittimati in alcuni enti incrementi occupazionali degli addetti con il finanziamento di perizie integrative. Ecco perché chiedo all’assessore regionale di capire come si intenda intervenire per finanziare gli stipendi dei lavoratori della bonifica prima delle prossime festività natalizie. Inoltre chiedo di sapere quali ulteriori finanziamenti, nell’immediato, possano essere destinati al consorzio ragusano a fronte di richieste e progetti formalmente già presentati alla Regione. Occorre essere chiari e capire con quali criteri l’Assessorato regionale individua le provviste finanziarie in favore dei Consorzi di bonifica della Sicilia e quale è lo stato dell’iter della legge di riordino dei Consorzi di bonifica a seguito anche dell’ordine del giorno votato in Commissione Attività Produttive dell’Ars”. Nell’interrogazione l’on. Dipasquale chiede inoltre di conoscere quali iniziative si intendano intraprendere per il ripianamento delle passività dei Consorzi di Bonifica al fine di evitare che le stesse possano gravare sulla proprietà consorziata già fortemente gravata dai ruoli consortili nonché dall’incombente crisi finanziaria e di mercato che investe l’intero comparto.

on. Nello Dipasquale
deputato regionale
07 dicembre 2014