RIFINANZIATA CON UN MILIONE DI EURO LA LEGGE SU IBLA

ibla

L’Assemblea Regionale Siciliana ha approvato l’art. 1 della Finanziaria regionale che al comma 17 prevede il rifinanziamento, per un milione di euro, della Legge regionale n. 61 dell’11 aprile 1981, la cosiddetta Legge su Ibla. Ne danno notizia il vice presidente della Commissione Bilancio Nello Dipasquale e l’on. Pippo Digiacomo.

“Siamo molto soddisfatti – dichiarano – perché si tratta di somme importanti per Ragusa e in particolare per i due centri storici della città. Risorse che nel 2016 sono venute a mancare a causa di una oggettiva perdita di solidità delle casse regionali. Nel corso degli anni la copertura finanziaria per la Legge speciale si è ridotta sempre di più, fino ai due milioni nel 2015 e fino a non essere rifinanziata affatto nel 2016. Quest’anno, invece – concludono – si è riusciti a ‘resuscitare’ questa norma, nonostante in Parlamento e in Commissione Bilancio si era più volte detto ‘basta’ perché Ragusa percepisce decine di milioni di euro per le royalties petrolifere”.

Palermo, 26 aprile 2017

AUTOSTRADA RAGUSA-CATANIA, PUBBLICATO L’AVVISO PER GLI ESPROPRI. ON. DIPASQUALE: “UN ALTRO PASSO AVANTI”

modica

 

Il Ministero delle Infrastrutture e dei dei Trasporti ha dato il via alle procedure di espropriazione per pubblica utilità delle aree che è previsto saranno attraversate dal tracciato della autostrada Ragusa-Catania. Lo rende noto il parlamentare regionale del Partito Democratico, on. Nello Dipasquale.
“Il Ministero – spiega Dipasquale – ha delegato la Società Autostrada Ragusa Catania srl concessionaria per la progettazione, costruzione e successiva gestione dell’infrastruttura, al proseguimento dell’iter autorizzativo per la pubblicazione del suo Progetto Definitivo. Tra gli adempimenti c’è l’avviso dell’avvio di verifica di ottemperanza alla dichiarazione di Pubblica Utilità e al rilascio sostitutivo di ogni altra autorizzazione, comprendente, dunque, l’elenco delle particelle catastali che saranno oggetto di esproprio. Il Progetto Definitivo è stato depositato per la pubblica consultazione presso la Direzione Generale per la Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, presso Ministeri dell’Ambiente e dei Beni Culturali. Tutti gli atti della procedura espropriativa sono disposti nei confronti dei soggetti risultanti proprietari secondo i registri catastali. I proprietari gli possono presentare in forma scritta le proprie osservazioni entro il termine perentorio di 60 giorni dalla data di pubblicazione per la consultazione del Progetto. Gli interessati, inoltre, potranno chiedere che siano comprese nell’espropriazione le frazioni residue del bene per le quali risulti una disagevole utilizzazione”.
“Quest’atto – dichiara ancora Dipasquale – dimostra che l’iter per arrivare alla realizzazione dell’autostrada stra proseguendo celermente e si è compiuto in tal senso un nuovo passo in avanti, propedeutico, come mi ha confermato il Sottosegretario on. Davide Faraone che sta seguendo da tempo la vicenda, alla convocazione della Conferenza dei Servizi necessaria a dare il via all’opera”.

Palermo, 21 aprile 2017

On. Nello Dipasquale

IL COMUNICATO DELL’ONOREVOLE FARAONE

Via alle espropriazioni per la realizzazione dell’autostrada Ragusa – Catania, Faraone: “Passo avanti concreto verso la nascita di un altro importante asse di collegamento. Grazie al Ministero delle Infrastrutture ed al Ministro Graziano Delrio” Continua a leggere

BLUE TONGUE E MOVIMENTAZIONE BESTIAME, CONCLUSO ITER AMMINISTRATIVO PER LA SOLUZIONE IN SICILIA

blue t

Questa mattina, alle 10, il dirigente generale del Dipartimento per le Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico dell’Assessorato regionale alla Salute, Salvatore Giglione, e il dirigente del settore Sanità Veterinaria dello stesso Assessorato, Antonino Virga, hanno firmato il decreto relativo le “Misure di controllo e eradicazione per contenere la diffusione del virus della Blue Tongue – Introduzione di deroghe regionali e disposizioni in materia di vaccinazioni”, recante le nuove norme sulla movimentazione dei capi di bestiame e che fa seguito al lavoro svolto nelle scorse settimane in contatto con il Ministero della Salute. Quest’ultimo, infatti, aveva accolto la proposta di considerare la Sicilia come una ‘zona di protezione’ e adesso il decreto sarà trasmesso a tutte le ASP per la sua immediata attuazione.
“Si tratta un passaggio fondamentale perché da oggi – dichiara soddisfatto l’on. Nello Dipasquale, del Partito Democratico – l’intero territorio della Regione siciliana è considerato ‘Zona di protezione’, consentendo quindi la movimentazione senza limitazione alcuna delle specie sensibili alla Blue Tongue sia con destinazione allevamento che macello. Un risultato che è stato possibile ottenere grazie alla fattiva collaborazione dei dirigenti dell’Assessorato alla Salute, Virga e Giglione, che insieme al sottoscritto hanno studiato una soluzione al problema della movimentazione dei bovini nella nostra isola. Questione che ha generano non pochi disagi al settore zootecnico siciliano, provocando un gran numero di lamentele perché dalla prima comparsa del virus della Blue Tongue, un decennio fa, i vincoli e le restrizioni imposti dalle autorità europee per gli allevatori sono state particolarmente costrittive. E, nonostante le segnalazioni, niente si era potuto fare per porre soluzioni concrete”.
“L’odierna firma del decreto – continua Dipasquale – fa seguito al lavoro svolto nell’ultimo mese in stretta collaborazione con il Ministero alla Salute che ha accolto la mia proposta di considerare la Sicilia come una ‘zona di protezione’, in modo da consentire il trasferimento degli animali da una parte all’altra dell’isola, a prescindere dal numero di focolai presenti e, quindi, senza alcuna limitazione. Naturalmente, pur ottenendo un’applicazione flessibile delle norme vigenti, è previsto in ogni caso il rispetto di tutte le precauzioni sanitarie, comprese le vaccinazioni”.
“Un ulteriore ringraziamento per l’esito di questa procedura – conclude il parlamentare regionale – va sia all’assessore regionale Baldo Gucciardi che al sottosegretario alla Salute on. Davide Faraone, i quali hanno seguito costantemente la faccenda sostenendone le ragioni”.

Palermo, 20 aprile 2017

On. Nello Dipasquale

AGGIUDICATI LAVORI DI RESTAURO A CAVA D’ISPICA

cava d'ispica

I lavori riguarderanno la necropoli di Calicantone

“La Soprintendenza ai Beni Culturali di Ragusa, ha aggiudicato in via definitiva il lavori di completamento del restauro della necropoli di Calicantone nel Comune di Modica. Lavori che fanno parte del progetto di realizzazione e ripristino dei sentieri del Parco di Cava d’Ispica, valorizzazione del sito e restauro del Castello. L’importo complessivo è di un milione e centomila euro e ad aggiudicarsi l’appalto è stata la ditta ‘ISA Restauri e Costruzioni srl di Mistretta (ME)”. Ne dà notizia il parlamentare regionale del Partito Democratico, on. Nello Dipasquale, che aggiunge: “Vanno completandosi le aggiudicazioni dei lavori di intervento per l’area di Cava d’Ispica, finanziati con i fondi POIN. Appena un mese fa sono stati aggiudicati, infatti, i lavori per il restauro della necropoli di Baravitalla, per un totale di oltre 635mila euro. La Soprintendenza ragusana si conferma come l’ente siciliano che più di ogni altro sta completando l’aggiudicazione dei progetti finanziati con somme derivanti dal POIN e dal PON, per un ammontare complessivo, lo ricordo, di circa 14milioni di euro”.

Palermo, 5 aprile 2017

On. Nello Dipasquale

PROCEDE SECONDO LE PREVISIONI L’ITER DELLA RAGUSA-CATANIA

commissione bilancio

Nella seduta odierna della Commissione Bilancio del Parlamento Siciliano, alle ore 16, si è svolta l’audizione dell’Assessore alle Infrastrutture Giovanni Pistorio che è stato presente insieme al direttore generale del Dipartimento regionale delle Infrastrutture, Mobilità e Trasporti, Fulvio Bellomo e all’ing. Valerio Mele, Capo Compartimento ANAS Sicilia. Durante i lavori dell’organismo parlamentare, il vice presidente della Commissione Bilancio, l’on. Nello Dipasquale, ha chiesto che si relazionasse sulla rete autostradale siciliana e, in particolare, sulla autostrada Ragusa-Catania. “L’assessore Pistorio – dichiara il parlamentare ragusano – ha affermato che il percorso che era stato previsto al momento della firma della convenzione, nell’agosto del 2016, e confermato al momento dell’assegnazione definitiva dell’opera al concessionario vincitore del progetto di finanza sta andando avanti senza intoppi. Entro luglio, come ha confermato l’assessore Pistorio che ne ha avuto notizia dall’Anas, si avrà la consegna del progetto esecutivo. Nel frattempo l’Anas s’è fatta carico di adempiere a tutti gli interventi necessari per mettere in sicurezza gli investimenti. Entro la fine di quest’anno, dicembre 2017 dunque, apriranno i cantieri nella zona di Lentini”.
“Continua il monitoraggio su questa importante infrastruttura – dice ancora l’on. Dipasquale – e sono contento di constatare che la proposta di procedere con un project financing, che ho lanciato quando ero sindaco di Ragusa, sta andando avanti”.

Palermo 4 Aprile 2017