Autostrada Siracusa-Gela, dall’Anas al Cas 20mlioni per normalizzare la situazione

siracusagela-dallanas-milioni-tornare-normalit-500

“Proficuo incontro, questa mattina, tra l’Assessore regionale alla Mobilità e alle Infrastrutture, Luigi Bosco, e i vertici di Anas e Cas, in merito al proseguimento dei lavori per l’autostrada Siracusa-Gela e, in particolare, per quanto concerne i cantieri nell’area di Ispica e Modica e le preoccupazioni di cui ci siamo già occupati nei giorni scorsi”. Lo annuncia il parlamentare regionale del Partito Democratico, on. Nello Dipasquale, che spiega: “L’Assessore Bosco mi ha comunicato l’esito della riunione odierna che è servita a fare il punto della situazione coordinando il lavoro tra Assessorato, Consorzio per le Autostrade Siciliane e Azienda Nazionale Autonoma delle Strade e, naturalmente, con la ditta appaltatrice. Come molti ricorderanno, il mese scorso si è verificato uno stop ai lavori che ha destato non poca preoccupazione. Criticità che, è emerso dall’incontro, sono state superate”.
“E’ stato definito l’iter che da qui in avanti consentirà la costanza dei lavori nei cantieri – spiega ancora Dipasquale – con l’intervento economico da parte di Anas nei confronti del Cas con ben 20 milioni di euro. Ciò porterà alla normalizzazione della situazione in atto”.
“La cifra – conclude il parlamentare del PD – rappresenta una buona boccata d’ossigeno per le aziende coinvolte, ma non ci adageremo sugli allori. Ringraziamo l’assessore Bosco per l’impegno speso in questo mese e, insieme a lui, siamo vigili e non faremo mancare il nostro lavoro perché si possa raggiungere il traguardo”.

Ragusa, 29 agosto 2017

On. Nello Dipasquale
Parlamentare regionale PD

Ripresi i lavori della Sr-Gela, on. Dipasquale (PD): “Massima attenzione anche su Ragusa-Catania”.

1

Sono ripresi i lavori nei cantieri tra Ispica e Modica dell’autostrada Siracusa Gela, lavori che avevano avuto uno stop un mese fa a causa di alcuni problemi segnalati dalla ditta appaltatrice. Lo conferma l’assessore regionale alle Infrastrutture, Luigi Bosco, che informa anche della convocazione di una conferenza di servizio che si terrà entro fine mese per fare il punto della situazione.
“Il Governo regionale, quello nazionale e il Partito Democratico tutto – commenta il parlamentare regionale Nello Dipasquale – mantengono con determinazione il loro impegno nei confronti delle opere che si devono realizzare in Sicilia e, nel caso specifico, in provincia di Ragusa. Non abbassiamo la guardia, ma alziamo l’attenzione anche sull’altra infrastruttura importantissima per il nostro territorio, cioè la Ragusa-Catania per la quale abbiamo seguito passo dopo passo tutti gli atti della Soprintendenza iblea necessari a superare le criticità che si erano manifestate. Con la realizzazione delle due opere il profilo della nostra provincia cambierà radicalmente e in meglio, riuscendo a tirarsi fuori dall’isolamento infrastrutturale al quale siamo stati condannati per decenni”.
“Stiamo lavorando perché questo lembo di Sicilia – conclude Dipasquale – possa diventare competitivo e ce la faremo”.

Ragusa, 21 Agosto 2017

On.Nello Dipasquale 
Parlamentare regionale Pd

4milioni e 900mila euro per il Parco Archeologico di Camarina, firmato il contratto d’appalto per la riqualificazione

1

“Sul Parco Archeologico di Camarina saranno investiti 4milioni e 906mila euro a valere sul Pon Cultura e Sviluppo FESR 2014/2020 per la riqualificazione e valorizzazione funzionale del sito. Lunedì è stato firmato il contratto tra la Soprintendenza di Ragusa e l’Associazione Temporanea di Imprese che ha vinto la gara d’appalto. Già entro il 2017 potrebbero iniziare i lavori che, una volta ultimati, restituiranno alla comunità un Parco Archeologico migliorato sotto ogni aspetto”. Lo annuncia il parlamentare regionale del Partito Democratico, on. Nello Dipasquale.
“Il progetto definitivo che ho avuto modo di esaminare e che è stato oggetto di gara – spiega – si tradurrà a breve nel progetto esecutivo che prevede la completa trasformazione del sito archeologico di Camarina consentendone una fruibilità ottimale. Tralasciando gli aspetti più squisitamente tecnici, tra le altre cose: saranno riqualificati i percorsi di visita, in particolare quello che collega il Museo stesso con la zona dell’agorà ampliandolo e abbattendo le barriere architettoniche tramite delle rampe; i camminamenti saranno più larghi consentendo alle carrozzine dei disabili la completa rotazione e agevolandone ogni movimento; saranno sostituite le staccionate e verranno installati nuovi arredi con cestini per i rifiuti in acciaio corten (un materiale resistente agli agenti atmosferici) e sedute in pietra locale. Saranno collocate delle paline informative. Verranno sostituite le coperture per i resti archeologici e tutto il sistema dell’allestimento per garantire la conservazione dei reperti sia murari che quelli all’interno dell’area museale, compresa la sostituzione del sistema di ancoraggio delle preziosissime anfore conservate presso il museo. Sul piano tecnologico, poi, oltre a una nuova cablatura di tutto il complesso, si provvederà a dotare il Parco di un un software dedicato ai visitatori, un sistema di realtà aumentata per la gestione e la visualizzazione interattiva dei contenuti anche da smartphone e tablet, compreso un tracciamento tramite gps dei movimenti dell’ospite della struttura per un nuovo modo, innovativo, di fruire di una visita turistica”.
“Sono molto contento di questo risultato – conclude Dipasquale – perché queste somme, che non sono poche, saranno in grado di rivoluzionare questo nostro patrimonio archeologico portandolo a standard modernissimi e di livello europeo”.

Ragusa, 9 agosto 2017

On. Nello Dipasquale
Parlamentare regionale PD

Sanità, sbloccate le immissioni in ruolo per oltre 5mila unità

1

“Sbloccate le procedure di reclutamento del personale delle Aziende Sanitarie Provinciali”. Ne dà notizia l’on. Nello Dipasquale, parlamentare regionale del PD, che aggiunge: “Dopo l’approvazione della Rete Ospedaliera, l’assessore alla Salute Baldo Gucciardi ha sbloccato il reclutamento del personale che riguarda il Piano triennale del fabbisogno delle Aziende provinciali e ospedaliere. Sono oltre 5mila le unità per le quali si potrà procedere all’immissione in ruolo, 1480 circa fanno parte delle graduatorie che risalgono al 2003, oltre 2mila saranno le stabilizzazioni e 1600 tra mobilità e nuovi concorsi. Già sa subito le aziende potranno stipulare i primi contratti”.

“E’ doveroso ringraziare il lavoro del Governo regionale, in particolare dell’Assessore Gucciardi e l’impegno del sottosegretario alla Salute, on. Davide Faraone, che ha seguito da vicino la vicenda”.

Palermo, 3 agosto 2017

On. Nello Dipasquale
Parlamentare regionale PD