Arrivano i fondi della Regione per scuole strade e opere pubbliche

FB_IMG_1511782908346

Centotredici milioni per investimenti da realizzare in opere pubbliche, manutenzioni scuole e strade.

Per la provincia di Ragusa il riparto è avvenuto nel modo seguente: Ragusa (1.309.702 euro), Vittoria (1.189.289), Modica (1.117.731), Comiso 620.661. Scicli 874.677 S.croce Camerina 325.824 Pozzallo 806.195 Acate 274.324 Chiaramonte Gulfi 357.767 Giarratana 70.615
Ispica 486.117 Monterosso Almo 105.894

È superfluo aggiungere che questo decreto porta la firma del nuovo governatore, ma che si riferisce all’opera del passato governo.

Ragusa-Catania, arrivata la VIA dal Ministero Ambiente

FB_IMG_1511459395728

“Anche il Ministero dell’Ambiente ha rilasciato parere favorevole alla Valutazione di Impatto Ambientale al progetto dell’Autostrada Ragusa-Catania, inserita tra le infrastrutture strategiche di interesse nazionale”. Lo rende noto il parlamentare regionale del Partito Democratico on. Nello Dipasquale che commenta: “Ho appreso la notizia dal Sottosegretario on. Davide Faraone, che ringrazio per la solerzia con la quale ci tiene costantemente informati e l’impegno con il quale sta seguendo la vicenda. La notizia del parere favorevole alla VIA è un ulteriore tassello che si aggiunge agli adempimenti burocratici necessari per arrivare all’apertura dei cantieri. Superato questo passaggio non rimane che l’ultimo, cioè il parere del Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE)”.
“Ho chiesto all’on. Faraone di poter incontrare il Ministro Lotti, che è anche segretario del CIPE – conclude Dipasquale – e già la prossima settimana potremmo avere nuove e sicuramente buone notizie su quest’infrastruttura fondamentale per la provincia di Ragusa”.

Casa natale di Giorgio La Pira, avviata procedura per dichiarazione di interesse culturale

FB_IMG_1510843836854

La Soprintendenza ai Beni Culturali di Ragusa ha avviato la procedura per dichiarare la Casa natale di Giorgio La Pira, sita a Pozzallo, luogo di interesse culturale in quanto – si legge in un documento – “bene di notevole interesse etnoantropologico legato a un illustre uomo politico, giurista e docente che lì è nato e ha dimorato nei suoi primi anni di vita”.
La Soprintendenza ha già provveduto a porre il vincolo a tutela diretta sull’immobile, proprio per salvaguardare tale testimonianza.
Ne dà notizia il parlamentare regionale del Partito Democratico, on. Nello Dipasquale.
“Sono molto contento per la decisione del soprintendente Rizzuto, che ringraziamo per aver raccolto una richiesta della collettività – commenta – perché in questo modo si pone rimedio a una mancanza nei confronti di questo illustre figlio della nostra terra. La Pira, nato nei primi anni del 1900, è stato un esponente della Democrazia Cristiana, eletto all’assemblea costituente, ha contribuito di suo pugno alla stesura di alcuni articoli della Costituzione ed è stato Sottosegretario al Lavoro e alla Previdenza Sociale durante il Governo De Gasperi. E’ ricordato principalmente per essere stato primo cittadino di Firenze per due mandati non consecutivi, quasi dieci anni, ruolo in seguito al quale venne soprannominato ‘il sindaco santo’ o ‘il sindaco della Pace’. Era doveroso che i suoi luoghi natali venissero posti sotto tutela: lo doveva la nostra comunità alla sua memoria e anche nei confronti di se stessa per ricordare a tutti di essere stata la terra dove La Pira si è formato durante l’infanzia”.

NELLO DIPASQUALE RIELETTO CON 5972

Nello

Grazie a tutti per il sostegno e l’affetto personale ricevuto. Non dimentico nessuno dei volti che ho incontrato in campagna elettorale, lo ritengo un patrimonio personale di amicizia, che va oltre la politica. Ovviamente ringrazio tutto il personale politico che mi è stato accanto, con cui affronteremo le sfide future con rinnovata forza e determinazione.