Continua al Parlamento siciliano la discussione sulla Finanziaria. Intervento all’ARS ed emendamenti

All’ARS garanzie per il ripristino dei fondi per i disabili
maggio 3, 2022
A VITTORIA UN CONVEGNO REGIONALE PER PARLARE DI ENERGIE RINNOVABILI NEI SETTORI PRODUTTIVI SICILIANI
maggio 16, 2022

Musumeci, presidente in scadenza, grande assente per l’ultimo strumento finanziario di questa legislatura, totalmente privo di una visione programmatica e altresì, carente sotto diversi aspetti anche di legittimità.
L’assenza di Musumeci, d’altra parte, non sorprende: è un comportamento coerente con chi ha vissuto per cinque anni il proprio ruolo dimostrando un sentimento di continuo fastidio nei confronti del Parlamento Regionale Siciliano. Quest’ultimo è stato e purtroppo fino alla fine è vissuto dal presidente come un peso. Tant’è che per la prima volta nella storia la legge Finanziaria è arrivata in aula senza passare dalle commissioni, esautorando di fatto il ruolo dei parlamentari.
Il Gruppo parlamentare del Partito Democratico, in ogni modo, sta portando il proprio contributo presentando una serie di emendamenti: nell’elenco che segue (clicca qui per leggere i testi) quelli di cui sono primo firmatario:

– Un emendamento per l’istituzione dell’Osservatorio regionale sui Cambiamenti Climatici;
– Uno sulle Zone Franche Montane, finanziando la fase di start-up della Legge voto che impegna il Governo nazionale all’istituzione delle ZES;
– Un intervento per sostenere gli agricoltori siciliani per la coltivazione dei cereali estivi, prevedendo la possibilità di abbattere del 50% i canoni idrici dei Consorzi di Bonifica;
– Un intervento per le famiglie numerose, prevedendo un contributo di 1000 euro per i nuclei con più di tre figli;
– Un emendamento che permette alle imprese beneficiarie di finanziamenti in corso con IRFIS, IRCAC e CRIAS un preammortemento fino a 24 mesi;
– Interventi per i lavoratori dei Consorzi di Bonifica in riferimento al comma 2 dell’art. 8 della legge 16/2017 e al comma 1 dell’art. 60 della legge 9/2021;
– Un contributo di 5milioni di euro per il Consorzio di Bonifica di Ragusa;
– Un contributo di 500mila euro per i CoRFiLaC di Ragusa;
– Quattro interventi diversi per agevolare le aziende in ambito urbanistico;
– A Vittoria, interventi per la ristrutturazione di Palazzo Iacono, per l’autoparco e per il completamento del centro direzionale del Mercato Ortofrutticolo;
– Somme per la Legge speciale per Ragusa Ibla;
– Somme per la sistemazione e riqualificazione del ponte “Milano- Palermo” di Modica;
– Interventi per la riqualificazione ed ammodernamento del mercato ortofrutticolo di Santa Croce Camerina;
– Interventi per mitigare i danni economici subiti dalle aziende agricole e zootecniche dei comuni di Chiaramonte Gulfi, Monterosso Almo e Giarratana in seguito agli incendi boschivi degli anni precedenti;
– Un emendamento per destinare risorse al completamento dei lavori di dragaggio e le opere di riqualificazione per il porto peschereccio di Scoglitti, per il porto diportistico di Pozzallo e il porto rifugio di Donnalucata;
– Un emendamento per interventi economici per la valorizzazione e la fruizione del sito archeologico di Chiafura, sito nel Comune di Scicli, e la Villa Romana contrada Orto Mosaico sita nel Comune di Giarratana.

Mi auguro che il Governo regionale e la maggioranza tutta vogliano prendere in esame seriamente queste modifiche alla Finanziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *