Appello dell’on. Dipasquale a Micciché: “Musumeci non può più rappresentare la Sicilia, necessari nuova legge elettorale e voto”

Musumeci tenta di giustificare anni di inoperosità
ottobre 23, 2019
Stazione passeggeri Porto di Pozzallo, stamani sopralluogo con ass. Falcone richiesto dall’on. Dipasquale
ottobre 24, 2019

“Nella seduta di oggi dell’Assemblea Regionale Siciliana, appena conclusa, è andato in scena un presidente Musumeci ormai alla frutta, incapace di assumersi responsabilità sulle questioni finanziarie della Sicilia, ma capace di puntare il dito contro tutti, perfino contro il presidente dell’ARS Micciché colpevole di non saper imbavagliare l’opposizione. Un atteggiamento ridicolo”. E’ il commento, a caldo, dell’on. Nello Dipasquale, parlamentare regionale del PD, a conclusione della seduta odierna a Sala d’Ercole. “Musumeci, nel tentativo di scaricare le responsabilità del disavanzo su chiunque tranne che sulla propria inoperosità – spiega Dipasquale – non riesce a rappresentare più nessuno, non sa fare sintesi né in maggioranza che nell’opposizione e quindi non può più rappresentare la Sicilia. Poiché sono convinto che Musumeci non è nelle condizioni di poter comprendere né la propria posizione né il delicato momento che l’Isola sta attraversando, rivolgo un appello al presidente dell’Ars Micciché, oggi ingiustamente attaccato: si porti all’ordine del giorno dell’Assemblea una nuova legge elettorale, sull’impronta di quella per le amministrative, capace di dare al futuro presidente della Regione una maggioranza certa e solida e si ritorni al voto, invitando Musumeci alle dimissioni o sfiduciandolo in aula”.
“E’ l’unica strada possibile – conclude Dipasquale – se davvero vogliamo fare qualcosa per aiutare la Sicilia e i siciliani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *