Coronavirus, on. Dipasquale (PD): “Musumeci dia il via libera al servizio a domicilio nei giorni festivi per le attività di ristorazione”

Coronavirus, on. Dipasquale (PD): “Ogni promessa è un debito, da Musumeci subito tutti e 100 i milioni per le famiglie siciliane”
aprile 17, 2020
Nuova proroga per i dirigenti regionali, on. Dipasquale (PD): “Adesso basta, Musumeci prepari i concorsi per rinnovare le posizioni dirigenziali della Regione”
aprile 18, 2020

“E’ giunto il momento di dare ai siciliani dei segnali di ripresa, seppur minimi, ma importanti per prepararsi a ripartire: consentire alle attività di preparazione cibi da asporto di poter lavorare anche nei festivi e di essere inserite nei bandi dei Comuni come esercizi dove spendere i buoni alimentari emessi da questi enti pubblici”. Lo dichiara l’on. Nello Dipasquale, parlamentare regionale del Partito Democratico, che aggiunge: “Non si capisce come mai Roma indichi un percorso e Palermo ne determini un altro, più aspro e tortuoso, pur essendo la Sicilia in una situazione decisamente migliore rispetto al resto d’Italia in merito al contagio da Coronavirus. C’è già stata un’occasione, perduta purtroppo, per Pasqua e pasquetta di dare la possibilità a diverse imprese nel settore della preparazione di cibi di poter lavorare con le consegne a domicilio. Ma il presidente della Regione non ha sentito ragioni. Ci sono adesso le occasioni per il 24 e il 25 aprile e il ponte del primo maggio, Musumeci non perda anche queste per dare un messaggio di fiducia e ripresa al popolo siciliano e revochi il divieto di vendita con consegna a domicilio nei festivi per migliaia di queste aziende la cui attività da una parte consentirebbe in questi giorni una certa circolazione economica e dall’altro limiterebbe di molto, si perdoni il bisticcio di parole, la circolazione delle persone che non potendo usufruire della consegna a domicilio, durante la settimana si recherebbero in numero maggiore negli esercizi commerciali già autorizzati”.
“Altro provvedimento che il presidente della Regione potrebbe adottare – continua Dipasquale – riguarda l’inserimento di queste attività commerciali tra quelle dove si possono spendere i buoni alimentari emessi dai Comuni nei confronti dei cittadini siciliani che si trovano in gravi condizioni economiche”.
“Serve strategia di intervento – conclude Dipasquale – per prepararsi a far girare nuovamente l’economia nell’Isola e queste due misure potrebbero essere davvero dei segnali importanti per la popolazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *