La Regione si autoincensa perché stanzia un milione e 600 mila euro, ma è solo un’anticipazione di cassa. L’on. Dipasquale: “Ragusa ha bisogno di 13 mln di euro. Stanzino un contributo straordinario come si fece nella scorsa legislatura” 

Piattaforma per rifiuti pericolosi a Scicli, on. Dipasquale (PD): “Cosa vuol fare la Regione? Si istituisca un tavolo tra le parti”
febbraio 27, 2018
Convegno PAC. On. Dipasquale: “E’ imperdonabile l’indifferenza dell’assessore all’Agricoltura alle richieste pervenutegli da tutto il settore agricolo. La sottomisura 4.1 andava prorogata”
marzo 21, 2018

“La Regione eroga un milione 667 mila 856,78 euro alla provincia di Ragusa e con entusiasmo ne dà notizia. Non capisco il perché dovremmo rallegrarci. Questa è solamente un’anticipazione di cassa e la Regione sa che il fabbisogno della provincia iblea è di 13 milioni di euro”. Così l’on. Nello Dipasquale, parlamentare regionale del Partito Democratico e segretario alla Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana.

“Nessuna buona nuova, quindi. Questo milione e mezzo non risolve alcun problema della provincia di Ragusa ed essendo solo un’anticipazione di cassa, è semplicemente un atto dovuto. Ci auguriamo, invece, che il Governo velocemente stanzi un contributo straordinario per le province di Ragusa e Siracusa, così come abbiamo fatto durante la precedentte legislatura, solo allora avranno modo di rallegrarsi e noi di complimentarci con loro. Visto che nessuno è stupido, né i funzionari della Provincia né i fornitori né tanto meno i cittadini, mi permetto – conclude il parlamentare ibleo – di dargli un consiglio: i comunicati stampa li facciano per cose serie, così non solo risparmiano tempo, ma lo farebbero risparmiare pure a noi che siamo costretti a intervenire su tali sciocchezze”.

Piuttosto che dare delle non-notizie – conclude il parlamentare ibleo – il Governo potrebbe impiegare il proprio tempo in maniera più utile”.

Palermo, 9 marzo 2018

On. Nello Dipasquale
Segretario alla Presidenza dell’ARS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *