REPLICA AL COMUNICATO DELL’ON. RAGUSA

ESPONENTI PD A DI MAIO E SALVINI, “BASTA SPOT, DITECI SE SBLOCCHERETE INFRASTRUTTURE IN SICILIA
giugno 13, 2018
Amministrative Comiso 2018 – il mio intervento per Filippo Spataro
giugno 13, 2018

+++ Comunicato On. Ragusa +++

FINANZIAMENTI A GIARRATANA E A SANTA CROCE, L’ON. RAGUSA REPLICA ALLE CRITICHE DELL’ON DIPASQUALE: “MA DI COSA MI SI STA ACCUSANDO? DI AVER FATTO IL MIO LAVORO? FORSE QUALCUNO DOVREBBE ESSERE MENO DISTRATTO”

“Faccio finta di non avere ben capito. Un collega parlamentare della nostra provincia tiene una conferenza stampa per lamentare il fatto di essere stato espropriato, evidentemente dal sottoscritto, dell’annuncio del finanziamento di due opere di cui avrebbe parlato in una nota due anni fa. Ma, davvero, la politica si è ridotta a questo? Spero, e lo dico con il cuore in mano nei confronti dell’elettorato ma anche dei colleghi, di sbagliarmi”.

E’ l’on. Orazio Ragusa a rispondere alle accuse provenienti dal deputato regionale del Pd Nello Dipasquale e che, nella fattispecie, riguardano i decreti di finanziamento, annunciati dall’on. Ragusa nei giorni scorsi, per il restauro della chiesa di San Bartolomeo a Giarratana e della caserma dei carabinieri a Santa Croce Camerina. “Vorrei confutare nel merito e nel metodo quanto detto – chiarisce l’on. Ragusa – fermo restando che la fondatezza delle critiche appare del tutto opinabile. Per quanto riguarda il metodo, stiamo parlando di opere che hanno a che fare con la crescita della nostra collettività. E ritengo che non ci debba essere né “mio” né “tuo” ma debba esserci un noi. Quindi è assolutamente indifferente che a dare la notizia dei decreti di finanziamento sia stato io o un altro. Piuttosto che gioire per l’arrivo dei fondi si accende una polemica, a mio giudizio assolutamente sterile, su una questione inesistente. Come se non fossimo tutti interessati a remare verso la stessa direzione che è quella del benessere della nostra collettività che ci ha delegato a rappresentarla in seno all’Assemblea regionale siciliana. Avevo anche pensato di convocare a mia volta una conferenza stampa per replicare a tono. Ma ho ritenuto che, su questioni di lana caprina, forse i giornalisti non meritano di essere disturbati”.

“Sul merito – continua l’on. Ragusa – ho da dire che, al contrario di quanto asserito, non esiste alcuna esclusività visto che io stesso nel 2016 avevo trasmesso una nota alla stampa, come è facilmente verificabile, sottolineando quali erano state le opere inserite in graduatoria. Ma occorre sottolineare che differente è il decreto che approva l’ammissibilità del finanziamento dell’opera inserita in graduatoria dalla firma dei decreti di finanziamento veri e propri grazie a cui si destina all’opera il contributo previsto. E a ciò si arriva dopo il completamento dell’iter burocratico che porta poi al finanziamento finale, quello di cui ho dato notizia nei giorni scorsi. Evidentemente, è diverso il mio metodo di lavoro da quello del mio collega Nelluccio visto che i finanziamenti delle opere bisogna non solo annunciarli ma seguirne l’iter fino a che non arrivi il decreto finale anche a distanza di anni. Per cui, ancora adesso, non riesco a comprendere se è una mia responsabilità essere attento a queste cose oppure sono altri che risultano essere un po’ distratti”.

“Abbiamo avuto la possibilità di potere contare su due importanti finanziamenti per il restauro di altrettante opere pubbliche presenti sul nostro territorio – conclude l’on. Ragusa – e ci stiamo beccando per capire a chi debba essere attribuito il merito? O mio o di un altro non vedo che cosa cambierebbe, e soprattutto cosa interesserebbe, alla popolazione iblea che mira, com’è giusto che sia, soltanto ad avere risposte. Ed è quello che stiamo cercando di fare. Spero soltanto che, per il prossimo futuro, ci si possa confrontare su argomenti di un certo spessore, quali la questione infrastrutturale, la questione agricola piuttosto che quella zootecnica oppure il futuro del turismo perché dobbiamo avere come obiettivo quello di poter contare su una Sicilia migliore con un’attenzione particolare sull’area iblea”.

+++ REPLICA AL COMUNICATO DELL’ON. RAGUSA +++

“Non possiamo che essere felici quando nel nostro territorio arrivano finanziamenti regionali, ma dall’on. Ragusa non accetto lezioni su come si seguono le vicende che riguardano la nostra provincia”. Così l’on. Nello Dipasquale, parlamentare regionale del Partito Democratico e Segretario alla Presidenza dell’Ars replica alle dichiarazioni dell’on. Orazio Ragusa e aggiunge: “È sufficiente vedere i risultati che Ragusa, come presidente della Commissione Agricoltura e autorevole componente della maggioranza, ha ottenuto per i lavoratori del Consorzio di Bonifica e per i nostri agricoltori che stanno ricevendo cartelle esorbitanti per quanto riguarda i canoni idrici. Nella fase finale e cruciale delle redazione dello strumento finanziario della Regione, in piena notte, il sottoscritto era in Commissione Bilancio, pur non facendone parte, a difendere gli interessi del territorio, mentre lui era assente facendo venir meno il contributo del deputato di maggioranza. Da parte sua, poi, completo silenzio in aula durante i lavori per la Finanziaria”.
“Caro Orazio – dice Dipasquale rivolgendosi direttamente al collega di Sala d’Ercole – non è la prima volta che succede, conosciamo ormai tutti questo tuo modo di comportarti, ma non ti farò più alcuno sconto. Queste opere erano già finanziate, l’iter avviato e alcune già arrivate alla gara d’appalto. Tutti seguiamo il percorso dei finanziamenti regionali, soprattutto chi nel 2016 ha contribuito con il proprio lavoro ad assegnarli. Pur di accreditarti insieme al Governo Regionale hai parlato di inversione di tendenza e attenzione al nostro territorio come novità. Peccato che queste opere già erano state finanziare dal Governo Crocetta e dal Governo Renzi grazie al “Patto per il Sud”. Per il ruolo che ricopri non guasterebbe un poco di correttezza”.
“Lavora perché il territorio ottenga nuove risorse – conclude Dipasquale – ed io per primo mi congratulerò con te, ma non dimenticare che ti risponderò ogni volta che tenterai di prenderti meriti che non ti appartengono”.

Ragusa, 2 giugno 2018
On. Nello Dipasquale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *