Rifiuti, on. Dipasquale (PD): “Su temi così delicati, inceneritori sì o no, Musumeci riferisca all’Ars, non sui social”

Bandi UE – Aprile 2019
aprile 2, 2019
Ragusa-Catania, on. Dipasquale (PD): “Nuovo rinvio del CiPe, si rischia di tornare indietro di 14 anni”
aprile 4, 2019

“Sono rimasto sorpreso nel vedere che il Presidente Musumeci ha deciso di informare i siciliani delle ultime novità in tema di rifiuti tramite un video su un social network. Ritengo, infatti, che il luogo deputato a comunicazioni di tale portata sia il Parlamento siciliano”. E’ la posizione dell’on. Nello Dipasquale, parlamentare regionale del Partito Democratico e segretario alla Presidenza dell’ARS, dopo aver appreso della pubblicazione su Facebook di un video del Presidente Musumeci sulle osservazioni del Ministero dell’Ambiente sul Piano Regionale dei Rifiuti e, in particolare, sulla richiesta da Roma di realizzare due inceneritori in Sicilia.

“Penso che sia mortificante sia per i parlamentari che per i cittadini – dichiara Dipasquale – che si debbano apprendere le posizioni del Governo nazionale nei confronti della questione rifiuti in Sicilia, della richiesta di far nascere due inceneritori sulla nostra isola e quali siano le posizioni del Governo regionale su argomenti così delicati non da una relazione ufficiale, nel rispetto dei ruoli affidati dai siciliani con le elezioni, ma da uno strumento poco confacente alla carica e all’importanza del tema trattato”.

“Questo atteggiamento – aggiunge – rischia di far passare il messaggio che Musumeci considera il Parlamento un appesantimento dell’operato del Governo, ma sono sicuro che non può essere così. Per questo invito il Presidente a riferire all’Assemblea Regionale Siciliana sul Piano Regionale dei Rifiuti, sulle osservazioni del Ministero dell’Ambiente e, soprattutto, dell’orientamento del Governo regionale in tema di inceneritori. Sono – conclude – questioni troppo serie per essere liquidate su Facebook!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *