13 MILIONI DI EURO PER I SITI ARCHEOLOGICI IBLEI

CROCETTA: “I LIBERI CONSORZI COORDINAMENTO DELLA DEMOCRAZIA LOCALE”
dicembre 28, 2013
Seduta d’Aula 4-1-2014 sul bilancio
gennaio 12, 2014

294

Nuovi finanziamenti da parte della Regione sono stati predisposti in favore di alcune aree archeologiche della provincia di Ragusa. Infatti nei giorni scorsi la Giunta di governo ha provveduto a stanziare delle somme che potranno essere utilizzate per migliorare la fruizione di questi siti di inestimabile valore e rispetto ai quali sarebbe probabilmente necessario attivare una maggiore politica di promozione. A dare notizia dell’ avvenuto finanziamento è stato l’ On. Nello Dipasquale, deputato regionale della Lista Crocetta – Il Megafono. Dipasquale ricorda che ai 17 milioni di euro che nelle scorse settimane la Regione ha sbloccato per il Convento del Gesù di Ragusa Ibla e per il recupero dell’ area di contrada Castelluccio e Steppenosa, si aggiungono adesso altri 13 milioni di euro che da Palermo saranno destinati appunto alla valorizzazione e al potenziamento delle più importanti zone archeologiche dell’ area iblea.
Dipasquale dice di prendere atto dell’ impegno profuso dal Governo regionale anche in questa nuova occasione.
Conti alla mano, 4 milioni 831 mila 97 euro andranno per l’ area del museo archeologico di Kamarina, 2 milioni 150 mila euro per il Parco Forza, e 5 milioni 996 mila 577 euro per l’ area archeologica di Cava Ispica. Sommando i tre finanziamenti si sfiorano i 13 milioni di euro che dunque andranno a beneficio della collettività iblea e a supporto delle attività di valorizzazione, potenziamento e fruizione di questi importanti siti. “Si tratta di fondi Poin che come nel caso della prima tranche, sono stati sbloccati dal presidente della Regione, Rosario Crocetta, in stretto raccordo con il ministro della Coesione Territoriale, Carlo Trigilia. – spiega l’ On. Dipasquale- Grazie al lavoro del presidente ed ancora dell’ assessore regionale ai Beni Culturali, Mariarita Sgarlata e del soprintendente Rosalba Panvini, si è riusciti a catalizzare l’ attenzione su queste importanti aree archeologiche della provincia di Ragusa che potranno dunque tornare a risplendere opportunamente divenendo fonte d’ attrattiva per il turismo culturale. Nei giorni scorsi presente a Ragusa il nostro presidente Crocetta aveva annunciato dei prossimi positivi risvolti per l’ area iblea. A qualche giorno di distanza è arrivato il concreto ed importante risultato”.
Alcune di queste aree archeologiche sono state interessate anche dalla realizzazione di alcune fiction televisive o film destinati al cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *